Progetti futuri

Con la realizzazione del nuovo impianto “Prati di Tivo – Madonnina” si è concluso il programma di interventi a suo tempo approvato dagli Azionisti della Società.

Gli interventi realizzati dalla costituzione della società ad oggi,  hanno permesso di dotare le due stazioni turistiche (Prato Selva e Prati di Tivo) di impianti nuovi ed efficienti, tecnologicamente all'avanguardia, che nulla hanno da invidiare alle più celebrate stazioni regionali e nazionali.

Nel definire le linee guida della futura programmazione è necessario partire dalla evidenziazione di come la grave congiuntura economica che ha coinvolto l'intero Paese e, conseguentemente, la stessa Regione Abruzzo abbia comportato un necessario aggiustamento rispetto a quanto si era ipotizzato negli anni precedenti. Infatti, la contrazione costante delle risorse pubbliche e la sempre maggiore difficoltà di investimento da parte dei soggetti privati impongono una rivisitazione circa le prospettive e le iniziative future.

In tale ottica possono configurarsi le seguenti linee programmatiche che la Società porrà come prioritarie nella propria azione:

  • i necessari interventi sostitutivi della impiantistica che nel corso dei prossimi anni risulterà obsoleta o comunque non più utilizzabile;
  • la partecipazione della Gran Sasso Teramano a tutte quelle iniziative miranti alla creazione ed allo sviluppo dell'intero territorio montano con il coordinamento delle progettualità dell'ambito teramano con quelle del versante aquilano.

In tale ultima ottica appare opportuno evidenziare come soltanto l'integrazione delle istanze dell'intero territorio montano in tutte le sue componenti (Enti Pubblici ed operatori turistici privati) potrà costituire uno strumento per poter utilmente concorrere al reperimento di quei finanziamenti pubblici – in particolare fondi europei – che appaiono comunque necessari per la realizzazione di futuri interventi.

Lo sviluppo del territorio dovrà conseguire ad una organica proposta che tenda, da un lato, alla valorizzazione del territorio nelle sue molteplici componenti e, dall'altro, in una efficace opera di promozione al fine di ottenere il necessario ampliamento del numero dei visitatori e dei fruitori delle strutture. A riguardo va sottolineato come, già attualmente, i numeri relativi alla ricettività della stazione di Prati di Tivo appaiono di sicuro interesse. Infatti il numero dei posti letto pone detta località tra le prime in campo regionale. Naturalmente sarà necessario, anche da parte dei titolari e gestori di strutture ricettive, attuare una significativa opera di ammodernamento delle strutture e di adeguamento delle stesse alle mutate esigenze della clientela.

Nello specifico l'azione della società dovrà tendere ad un costante adeguamento dello standard dell'impiantistica di risalita ma dovrà altresì partecipare ad ogni azione diretta ad incrementare la qualità dell'offerta turistica del territorio.

Pertanto andranno programmati interventi di ristrutturazione e riconversione dei rifugi alpini attualmente esistenti, ampliamento e creazione di nuove piste di discesa, ampliamento e perfezionamento dell'attuale rete di sentieri e percorsi escursionistici.

Andrà altresì dato impulso a quelle attività sportive (downhill bike) che recentemente si stanno dimostrando come eccellenti attrattori di una nuova clientela giovane ed appassionata.

Una particolare attenzione dovrà essere posta alla programmazione degli interventi nella località di Prato Selva dove la vocazione inizialmente individuata in ambito sciistico dovrà essere ampliata ed integrata, di concerto con l'Amministrazione comunale e con gli imprenditori privati, con nuove iniziative che possano dare ulteriore  impulso al sito.

Infine, la Società dovrà attivamente partecipare ad ogni iniziativa finalizzata ad un adeguamento dei collegamenti, in particolare della via di accesso alla località di Prati di Tivo, attualmente fortemente penalizzata.

Al riguardo occorre sottolineare come soltanto assicurando un valido collegamento con il casello autostradale di Colledara, potranno attuarsi quei flussi di visitatori adeguati all'attuale consistenza dell'impiantistica e delle strutture alberghiere esistenti. Inoltre, la soluzione di tale problema, permetterebbe di poter attingere in maniera significativa a quella fascia di turismo religioso che vede la località di “San Gabriele” tra le più frequentate in ambito nazionale.

L'auspicio è che questa ottica di sviluppo integrato e sostenibile venga condivisa, partecipata ed attuata da tutti i soggetti, pubblici e privati, operanti sull'intero territorio.

counter
Ultime NovitÓ
Contatti
Contatti
Gran Sasso Teramano Spa
VIA SAVINI n. 48/50 c/o CCIAA Teramo - 3° piano
64100 Teramo (TE)

Tel: 0861 244493
Fax: 0861 244493
Richiesta Informazioni
Compila il modulo online e richiedi informazioni senza alcun impegno agli uffici della Gran Sasso Teramano Spa.

Un nostro collaboratore provvederà a contattarti per qualsiasi tua necessità.